Meat Free Monday

Meat Free Monday è il nome di un movimento e il titolo di una canzone di Paul McCartney.

Aderire a Meat Free Monday è l’occasione per (ri)scoprire il piacere della buona cucina vegetariana: si possono sperimentare nuovi piatti e ricette oppure riproporre i piatti della tradizione, per una cucina sana, senza rinunciare a mangiare con gusto oltre che con varietà.

La nostra società ha fatto del fast-food qualcosa di più che uno stile di vita, sta diventando parte di noi.
Con tutte le ovvie conseguenze del caso per la salute psicofisica dell’organismo. Ma mangiare più vegetali non fa bene solo alla nostra salute ma anche al pianeta. Rajendra Pachauri, scienziato ha lavorato per le Nazioni Unite nel panel dedicato alle condizioni climatiche della Terra, ha affermato la necessità che la popolazione globale limiti il consumo di carne come deterrente principale per rallentare il riscaldamento globale. Il processo di macellazione, infatti, contribuisce in modo significativo all’inquinamento, immettendo nell’atmosfera una quantità di gas nocivi addirittura superiori complessivamente a quelli prodotti dalle automobili.

Anche The World Land Trust, un’organizzazione internazionale nota per il suo contributo alla preservazione della fauna marina in tutto il mondo, sta supportando Goodlife e la campagna Meat Free Monday. Il loro apporto alla lotta al riscaldamento globale consiste nella preservazione delle foreste pluviali, raccogliendo finanziamenti dai partner locali per acquistare appezzamenti terreni da proteggere istituendo riserve naturali.

Questi sono i presupposti sui quali il movimento Meat Free Monday è nato.
Il lunedì (o qualunque altro giorno della settimana) può diventare un’occasione per divertirsi in cucina, lasciando da parte la carne e nel surgelatore i soliti cibi precotti, sperimentando qualche ricetta gustosa e saporita basata su prodotti vegetali freschi e sani.

Al seguente link è possibile guardare il documentario One Day a Week, raccontato da Paul con la partecipazione di Mary e Stella McCartney, Woody Harrelson ed Emma Stone.

Perciò anche se siete tra coloro che trovano noiosi gli appelli degli ambientalisti e gli allarmi lanciati dagli scienziati, potete cogliete questa opportunità per divertirvi in cucina contribuendo contemporaneamente a ridurre il proprio impatto sul pianeta. Solo un giorno a settimana, è vero, ma su scala globale l’impatto sarebbe notevole. E potete farlo sulle note di un brano di Paul McCartney, per non dimenticarci di essere… cosmically conscious!

Mamunia

Per approfondimenti:
– https://www.facebook.com/supportmfm
– http://www.meatfreemondays.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...